immunosoppressori

Trapianto di cellule staminali riduce l'attività di malattia al di sopra del mitoxantrone

In un piccolo studio di Fase II, sul trapianto di cellule staminali del sangue, in persone con forme di sclerosi multipla recidivante - remittente o secondaria-progressiva, l'attività di malattia alla Risonanza Magnetica per Immagini (RMI) era significativamente piu’ ridotta dell’attivita’ di malattia alla RMI dopo terapia con un agente modificante la malattia quale il Mitoxantrone. Sono necessari studi clinici ben controllati e a più larga scala, per determinare se questo approccio sperimentale si rivelerà una soluzione sicura ed efficace per le persone con SM.

Data: 11 Febbraio 2015

Ruolo del Teriflunomide nella sclerosi multipla recidivante: utilita' terapeutica

Il Teriflunomide e' un farmaco orale da prendersi una volta al giorno facente parte delle terapie immunomodulanti, approvato in USA, Australia e Argentina, per il trattamento della sclerosi multipla recidivante. Teriflunomide limita reversibilmente l'espansione dei linfociti T e B attivi , associati al processo infiammatorio che si presuppone sia coinvolto nella patogenesi della sclerosi mutipla, preservando tali linfociti per i processi di sorveglianza immunitaria di routine.

Data: 27 Ottobre 2013
Fonte:

Aggiornamento dell'AIFA al foglio di consenso informato per il Tysabri

Tysabri – Modulo di inizio trattamento
TYSABRI 300 mg concentrato per soluzione per infusione
Natalizumab

Data: 19 Luglio 2010
Fonte:

Esiste sclerosi multipla benigna

Sono stati pubblicati su Brain, una delle piu' prestigiose riviste internazionali in ambito neurologico, i risultati ottenuti da un gruppo di ricerca costituito in Toscana che ha focalizzato l'attenzione su forme di sclerosi multipla (SM) ad evoluzione piu' favorevole, attualmente definite come "SM benigne". Nella SM benigna, che rappresenta il 20-25% dei casi di SM, il decorso della malattia e' piu' lieve, per lungo tempo caratterizzato da una sostanziale assenza di disabilita' neurologica.

Data: 21 Febbraio 2007

La Montalcini infiamma i volontari dell'Aism

Sono stati tre giorni di intenso lavoro quelli che ho trascorso a Roma dal 28 al 30 aprile, nel corso dei quali l’Aism (Associazione Italiana Sclerosi Multipla) di cui sono volontario nell’ambito del progetto Qualis, ha chiamato a raccolta convocando presso la sala congressi del Summit Roma Hotel, delegati e presidenti delle 95 Sezioni provinciali, i responsabili dei 51 gruppi operativi, nonché i 16 coordinatori regionali per l’approvazione del bilancio annuale 2005, del bilancio preventivo 2006 e del relativo programma generale di attività annuale 2006.

Data: 09 Maggio 2006

Piacenza. Trapianto con cellule staminali per pazienti con sclerosi multipla

Cellule staminali contro la sclerosi multipla: il trapianto, tra i primi a essere compiuti in Italia su pazienti affetti dalla grave malattia del sistema nervoso, e' avvenuto all'ospedale di Piacenza. Gli esiti dell'intervento, condotto dal professor Luigi Cavanna e dalla sua equipe in stretto contatto con la task-force dei neurologi ospedalieri, appaiono positivi ed incoraggianti nella battaglia contro la sclerosi multipla, di cui sono diagnosticati ogni anno 1.800 nuovi casi.

Data: 18 Marzo 2006

Intervista sulle cellule staminali

25/01/2006 - Aggiornamento sulle staminali per ideamultipla l'intervista al Dottor Stefano Pluchino Neurologo e Ricercatore Unità di Neuroimmunologia DIBIT, Istituto Scientifico S. Raffaele Milano.

Come procedono gli studi delle staminali adulte su topi e marmosette?

Data: 29 Gennaio 2006

Sclerosi multipla tra oggi e domani

Durante il convegno internazionale sulla sclerosi multipla dal titolo "Unravelling the puzzle of multiple sclerosis: today and tomorrow" (Roma 14-15 Gennaio) sono state presentate le ultime novità sulla terapia della Sclerosi Multipla.

Data: 25 Gennaio 2006

Sclerosi multipla: dalla diagnosi alla terapia

Per la sclerosi multipla è estremamente importante sottolineare che la finalità della ricerca scientifica è migliorare la qualità di vita dei pazienti, infatti questa malattia, pur avendo un’incidenza relativamente bassa in Italia, colpisce 50.000 persone, la genesi non è ancora del tutto chiara: l’ipotesi più avvalorata è che colpisca soggetti geneticamente predisposti.

Data: 21 Gennaio 2006

Sclerosi multipla, vecchio farmaco aiuta terapia

FIRENZE, 13 DICEMBRE 2005 - Un farmaco immunosoppressore, noto da tempo e impiegato nei trapianti, è attivo nel prevenire le lesioni cerebrali nella sclerosi multipla.

Lo ha dimostrato un gruppo di ricercatori dell'Università di Firenze e dell'Azienda Ospedaliera-Universitaria di Careggi guidato dal prof. Luca Massacesi: i loro studi sono illustrati in un articolo pubblicato nel numero di dicembre della prestigiosa rivista, «Archives of Neurology», disponibile da oggi.

Data: 19 Dicembre 2005

Ultime news

I ricercatori coinvolti nello studio hanno descritto il primo trattamento che sembrerebbe arrestare completamente tutte le attività infiammatorie rilevabili del sistema nervoso centrale in pazienti con SM, per un periodo prolungato ed in assenza di farmaci modificanti la malattia in corso.

Aggiornamento Marzo 2016
Ulteriori risultati sono stati pubblicati recentemente, che dimostrano come l’anticorpo monoclonale sperimentale Ocrelizumab, abbia rallentato la progressione della disabilita’ rispetto al placebo, in uno studio di Fase III in pazienti con Sclerosi Multipla Primaria Progressiva (SMPP).