Neurite ottica retrobulbare

La neurite ottica è uno dei sintomi più frequenti all'esordio e all'inizio della malattia.
Essa provoca disturbi della visione come offuscamento dell' immagine accompagnata spesso da dolore nella regione attorno agli occhi o al movimento bulbare.
La neurite ottica è determinata da una infiammazione del nervo ottico; placche demielinizzanti possono formarsi sul nervo ottico situato dietro al bulbo oculare, compromettendo la normale trasmissione degli impulsi nervosi.
Generalmente colpisce un occhio, raramente porta a perdita della vista ad entrambi gli occhi contemporaneamente.

Una adeguata terapia farmacologica con derivati del cortisone è in grado, generalmente, di ridurre/bloccare l'infiammazione e ristabilire la vista in tempi brevi.

Ultime news

I ricercatori coinvolti nello studio hanno descritto il primo trattamento che sembrerebbe arrestare completamente tutte le attività infiammatorie rilevabili del sistema nervoso centrale in pazienti con SM, per un periodo prolungato ed in assenza di farmaci modificanti la malattia in corso.

Aggiornamento Marzo 2016
Ulteriori risultati sono stati pubblicati recentemente, che dimostrano come l’anticorpo monoclonale sperimentale Ocrelizumab, abbia rallentato la progressione della disabilita’ rispetto al placebo, in uno studio di Fase III in pazienti con Sclerosi Multipla Primaria Progressiva (SMPP).