EntraUsernamePassword
Connessione automatica ad ogni visita    
Registrati
Registrati
Linea diretta col dott. De Grandis
Neurologo risponde
Sostienici
Sostegno
Indice del forum » Altri trattamenti

Nuovo argomento      Quest'argomento è chiuso: Non puoi inserire, rispondere o modificare i messaggi.
Dimensione testo Testo: AAA · AAA · AAA · AAA · |==| |====|

Sativex per disturbi neuropatici
Le informazioni qui contenute sono a scopo puramente divulgativo e non devono sostituirsi alla consulenza di un medico o di altri operatori sanitari abilitati. Le nozioni e le informazioni su procedure mediche, posologie, e/o descrizioni di farmaci hanno unicamente un fine illustrativo e non consentono di acquisire la manualita' e l'esperienza indispensabili per il loro uso o la loro pratica.
Autore Messaggio
pippo75




Messaggi: 5
MessaggioInviato: Dom Mag 16, 2010    Oggetto: Sativex per disturbi neuropatici Rispondi citando

Buongiorno a tutti!
vi racconto brevemente la mia storia prima di porvi una domanda: dopo 1 anno di disagio, 4 ricadute, 28 flebo di cortisone e chi più ne ha più ne metta, ecco la diagnosi di sclerosi multipla arrivare 2 mesi fa, e l'inizio della terapia con Betaferon, con tutti i suoi sgradevoli effetti collaterlai....
Mi chiedo una cosa: attualmente ho fastidi residui che vanno dalla stanchezza alle gambe al formicolio, a sensazione di caldo ad una coscia, e una mano leggermente contratta e perennemente informicolata.
Ho anche disturbi alla vescica e formicolio più o meno continuo nella zona del basso ventre.
Spesso e volentieri i formicolii diventano molto fastidiosi, tramutandosi in dolore a fine giornata quando sono stanco, e a volte nella mano diventano prurito fastidioso.
La mia domanda è questa: questi sintomi che ormai non mi passano più nemmeno con cortisone, possono essere alleviati dal SATIVEX?
premetto che non prendo più LYRICA perchè non tollero gli effetti collaterali e ho pravoto una specie di integratore che non ha funzionato e costa la bellezza di 30 euro a scatoletta (non è mutuabile!!)
Vi ringrazio in anticipo e mi scuso perchè mi son dilungato forse troppo!!
un abbraccio e in bocca lupo a tutti!
-sorriso- -molto felice-
Top
Profilo Invia messaggio privato Segnala messaggio indesiderato
C€®€B®Ø



Residenza: F@ÑT@SM@
Messaggi: 1104
MessaggioInviato: Dom Mag 16, 2010    Oggetto: Rispondi citando

Prima di essere efficace il Sativex deve esser assunto per almeno sei mesi, costo a conf. 540€, ma già dopo circa 15gg facendo 2 puff al gg, comincerai ad avere benefici e la maggior parte dei disturbi che tu accusi, tenderanno a diminuire.
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN Segnala messaggio indesiderato
novella74



Residenza: Francoforte
Messaggi: 209
MessaggioInviato: Dom Set 26, 2010    Oggetto: Rispondi citando

Caro Pippo,

Mi dispiace ke tu sia entrato nel club escusivo della sm. Personalmente ho fatto diverse cure, con le quali, forse, avró anche scongiurato il pericolo delle ricadute, ma sono stati anni duri.
azatioprina (5anni)
betaferone, (1anno)
2 cicli di cortisone (3 flebo a ciclo).
Quando prendiamo questi farmaci é solo per scongiurare guai peggiori. Ma essi non fanno sentire meglio, non fanno saltare di gioia, purtroppo!
Il Betaferone ad es. mi ha fatto preferire la malattia perché troppo pesante, almeno per me.
Ora sto facendo una cura sperimentale, sulla base degli studi condotti sui topi. Altre persone giá la fanno, e come posso constatare, sono migliorata nella resistenza alla fatica.

Lisinopril 2,5mg
aspirina 100mg

Ho riflettuto sugli studi del dott.Zamboni e sulla (CCSVI). Egli ha notato che i pazienti con sm, avevano una delle vene del collo ristretta, che determinava un cattivo drenaggio del sangue cerebrale. Ció crea accumuli di ferro e innesca la distruzione della mielina. Basta ripristinare il normale deflusso del sangue, con un'angioplastica particolare, per assistere a vistosi miglioramenti fisici, con la graduale eliminazione delle scorie.
Ho eseguito l'eco-color-doppler ed ho riscontrato una "possibile stenosi" o restringimento.
Il restringimento é direttamente proporzionale all'entitá del danno e della disabilitá. La mia vena é lievemente ristretta. Quindi la teoria del dott.Zamboni sembra essere la piú logica (CCSVI).
In attesa che l'angioplastica diventi una cura ufficiale e non a pagamento del paziente, uso il lisinopril.
Poi utilizzo la cannabis da ca 15 anni, fumandola. In tal modo riduco la spasticitá e i dolori muscolari. E....migliora anche l'umore!!!
Sullo spray alla cannabis, ben venga ma non ci conto piú, perché costa molto, privatamente e per lo Stato e poi c'é il pregiudizio sulla cannabis.

Preferisco una bella canna di marijuana ( che migliora anche l'umore!) con poco tabacco. poco alcool e nessuna signaretta.
Spero di esserti stata utile. Non ti abbattere! Forse con Zamboni si é aperta una nuova era della lotta alla sm.
Ma bisogna combattere!

la sklerata Weedman

la sklerata
Top
Profilo Invia messaggio privato Segnala messaggio indesiderato
colina




Messaggi: 4
MessaggioInviato: Dom Gen 30, 2011    Oggetto: Rispondi citando

C€®€B®Ø ha scritto:
Prima di essere efficace il Sativex deve esser assunto per almeno sei mesi, costo a conf. 540€, ma già dopo circa 15gg facendo 2 puff al gg, comincerai ad avere benefici e la maggior parte dei disturbi che tu accusi, tenderanno a diminuire.

Ma tu come hai fatto ad arrivare al sativex? In che città abiti?
Grazie per la tua risposta
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail Segnala messaggio indesiderato
benedettaccsvi




Messaggi: 61
MessaggioInviato: Dom Gen 30, 2011    Oggetto: Rispondi citando

meglio una canna....costamooolto meno
Top
Profilo Invia messaggio privato Segnala messaggio indesiderato
Mostra prima i messaggi di:   
Pagina 1 di 1
 

RISPOSTA VELOCE


 Inserimento non attivo. L'argomento è bloccato oppure non sei identificato.

Nuovo argomento   Quest'argomento è chiuso: Non puoi inserire, rispondere o modificare i messaggi.






Home PageEntra